Chi siamo

 

L’Associazione Culturale Centrale Fotografia nasce da un’idea di Marcello Sparaventi e ha lo scopo di promuovere e divulgare la cultura fotografica attraverso iniziative rivolte al grande pubblico e soprattutto a chi ama e pratica la fotografia. Centrale Fotografia esordisce a Fano il 5 Giugno 2009, al Caffè Centrale, con una serata dedicata ai grandi fotografi delle Marche:
Giuseppe Cavalli, Luigi Crocenzi, Ferruccio Ferroni e Mario Giacomelli. Fin dagli esordi l’Associazione si distingue per il suo approccio multidisciplinare verso la fotografia; l’attenzione è rivolta in particolare alla ricerca e all’analisi culturale del territorio, aspetti che vengono portati avanti attraverso la Scuola di Paesaggio “Roberto Signorini”, tramite cui l’Associazione con continuità realizza due volte l’anno (marzo e ottobre) dei progetti didattici dedicati ai luoghi di Marche e Romagna. Centrale Fotografia ha un approccio aperto e curioso nei confronti della fotografia ma anche di altri linguaggi. Organizza mostre ed incontri, cura pubblicazioni di libri fotografici e porta avanti un’intensa attività di pratica e divulgazione della cultura fotografica. Il suo fiore all’occhiello è la rassegna omonima“Centrale Fotografia”, giunta alla nona edizione nel 2017, che si svolge ogni anno a Giugno, alla Rocca Malatestiana di Fano. La rassegna ècurata dal critico d’arte Luca Panaro. In essa si raccontano e vengono esposte le nuove tendenze della fotografia e dell’arte contemporanea. Negli anni sono state tante le partecipazioni artistiche prestigiose, tra le tante si ricordano Franco Vaccari, Olivo Barbieri, Mario Cresci, Paola Di Bello, Paolo Ventura, Alessandra Spranzi, Andrea Galvani, Paola De Petri, Fabio Sandri.
Recentemente, in collaborazione con la Memo, Mediateca Montanari di Fano, e insieme al fotografo Paolo Talevi, socio onorario dell’Associazione, Centrale Fotografia ha ideato “MemoFotografia”, una rassegna espositiva, che si tiene in Ottobre,dedicata alla storia e alla tecnica della fotografia italiana. Negli anni, infatti, ha preso vita una collezione di macchine fotografiche italiane, libri e riviste. Tutto il materiale è attualmente raccolto presso la Biblioteca Storica Federiciana di Fano, dove si trova ancheun archivio di ricerca e documentazione sulla fotografia a cura di Centrale Fotografia.
Infine da alcuni anni il Comune di Cattolica e Centrale Fotografia hanno istituito l’Osservatorio di Fotografia tra Marche e Romagna che cura diverse attività culturali ed espositive presso la Galleria Comunale Santa Croce. Gli eventi hanno lo scopo di analizzare il linguaggio fotografico, differenze ed analogie, di vari autori originari delle due regioni confinanti, Marche ed Emilia Romagna, e dove in particolare hanno operato due fotografi italiani tra i più conosciuti al mondo: Mario Giacomelli e Luigi Ghirri.

Commenta

Fotografia di ricerca a Fano e nelle Marche