Tutti gli articoli di Marcello Sparaventi

2020 NUOVA FOTOGRAFIA ITALIANA / corpo e memoria

2020 NUOVA FOTOGRAFIA ITALIANA
corpo e memoria

a cura di Matteo Savini e Marcello Sparaventi
SPAZIO ESPOSITIVO PAGANI
Palazzo Bracci Pagani, Corso Matteotti n. 97 Fano

25 novembre / 18 dicembre 2022

Inaugurazione: venerdì 25 novembre 2022 ore 18:00 presso la Sala di Rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio a Fano in via Montevecchio n. 114.

Lo ‘Spazio Espositivo Pagani’ della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, presso il Palazzo Bracci Pagani a Fano, ospiterà una mostra dal titolo “2020 Nuova Fotografia Italiana / corpo e memoria” ideata e organizzata dall’Associazione culturale “Centrale Fotografia” di Fano, con la co-partecipazione del Consiglio Regionale delle Marche, la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, l‘allestimento espositivo a cura della classe 4b architettura e ambiente design dell’arredamento del Liceo Nolfi Apolloni di Fano, la Consult Imprese s.n.c. di Chiaravallotti Pierluigi & C, la Bettella Srl.

Trattasi di una collettiva di rilevanza nazionale a cui partecipano nove giovani fotografi provenienti da varie parti d’Italia, nati tra gli anni ottanta, novanta e duemila: Martina Corrado, Gaia Credentino, Giorgia D’Emilio, Simone Furia, Oleksandra Horobets, Davide Luigi Di Lorenzo, Cinzia Laliscia, Laura Petra Simone, Noemi Viceconti. L’inaugurazione è prevista per venerdì 25 novembre 2022, alle ore 18.00 presso la Sala di Rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio a Fano, con il saluto delle autorità competenti, l’intervento degli artisti e dei curatori; al termine, si andrà allo Spazio Espositivo Pagani presso il Palazzo Bracci Pagani, in Corso
Matteotti n. 97, per la visita della mostra.

Tra video ed installazioni, saranno esposte per l’occasione oltre 100 opere per la maggior parte inedite, selezionate dai curatori della mostra Matteo Savini e Marcello Sparaventi, per conto di Centrale Fotografia, una dinamica associazione culturale di rilevanza nazionale, divenuta punto di riferimento per l’arte contemporanea a Fano. L‘associazione organizza, da quindici anni, con la direzione del critico Luca Panaro, “Centrale Festival” alla Rocca Malatestiana di Fano, uno degli eventi dedicati all’immagine fotografica più importanti del centro Italia. Savini e Sparaventi, per l’occasione sono stati attenti ai nuovi aspetti del linguaggio dell’immagine, approfondendo il ruolo della fotografia nei contesti dei social network, in particolare Instagram, riuscendo nel tempo a comporre una sorta di mappa interattiva delle varie modalità espressive della fotografia attuale.

Nel nome del progetto “2020 Nuova Fotografia Italiana“ è stato esplicitamente ricordato l’anno 2020, momento in cui è esplosa la pandemia da Covid 19 che ha influenzato in modo particolare le nuove generazioni, spingendole a confrontarsi con un clima di estrema incertezza e preoc-cupazione per il futuro.

Il corpo, le memorie individuali, i luoghi d’appartenenza, la materia, il genere e l‘identità, la società e la comunicazione, sono i temi messi in campo in questa sorprendente collettiva, giunta alla seconda edizione dopo l’esperienza dello scorso anno con dieci artisti che hanno esposto presso lo spazio bianco di Pesaro della Fondazione Pescheria con la collaborazione in quell’occasione del Comune di Pesaro. Queste sperimentazioni, volte allo studio e all’approfondimento dell’immagine contemporanea, sono state ispirate anche dal libro “Nuova Fotografia Italiana” (Schwarz editore, 1959) di Giuseppe Turroni, che quando fu pubblicato indagava le nuove urgenze interpretative della fotografia italiana riferite al periodo post bellico conseguente al secondo conflitto mondiale.

La mostra continuerà fino al 18 dicembre 2022, dal venerdì alla domenica dalle 17.30 alle 19.30, presso lo Spazio Espositivo Pagani di Fano in corso Matteotti n. 97 con l’ingresso gratuito.

Evanescente Retorica – dalla camera Obscura agli NFT- Immagini di Elisa Crostella

Allo spazio bianco di Pesaro, lo spin-off della Fondazione Pescheria dedicato alla fotografia contemporanea, verrà inaugurata sabato 29 ottobre alle ore 17.30, la prima personale dell’artista Elisa Crostella dal titolo “Evanescente retorica – dalla camera obscura agli NFT” curata da Marcello Sparaventi, ed organizzata dall’associazione culturale Centrale Fotografia con la collaborazione della Fondazione Pescheria e del Comune di Pesaro.

Elisa Crostella nata nel 1992 a Senigallia, ha frequentato a Modena il master di Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea (Biennio 2016-2018) e ha conseguito il diploma triennale nel corso di Decorazione dell’Accademia di Belle Arti di Urbino. È un artista visiva che esprime se stessa attraverso la trasformazione di esperienze artistiche in immagini come rappresentazione di uno sguardo interiore, dove utilizza la fotografia come metafora della interconnessione tra lo spazio esteriore, fisico e visibile ed interiore, psichico e invisibile. Il pubblico potrà visitare una mostra molto particolare, la sesta organizzata da Centrale Fotografia allo spazio bianco, che da tempo sta offrendo al pubblico linguaggi innovativi e contemporanei.

La mostra sarà visitabile fino al 20 novembre, dal venerdì alla domenica dalle 16 alle 19 e su prenotazione telefonando al 347 2974406.

ARTE E FOTOGRAFIA contaminazioni perenni

Rassegna espositiva annuale dedicata alla storia della fotografia
Dal 22 ottobre al 27 novembre 2022
ARTE E FOTOGRAFIA contaminazioni perenni
Fotografie dello Studio Paci di Fossombrone
Disegni di Maurizia Marconi
A cura di Paolo Talevi e Marcello Sparaventi

Inaugurazione sabato 22 ottobre 2022 alle ore 17:00
Sarà presente l’Assessore alle Biblioteche Samuele Mascarin
Intervengono il professor Claudio Cesarini, il professor Franco Fiorucci, il fotografo Carlo Paci.

Ingresso libero.
La mostra è visitabile durante gli orari di apertura della Memo in piazza Amiani a Fano.

“Look Up” – Progetto fotografico di Tim Cooper

“Look Up” è un progetto fotografico di Tim Cooper, fanese d’adozione nato in Gran Bretagna nel 1960, che verrà ospitato presso il retrovetrina della Libreria EMERA di Fano in via Garibaldi n. 75.


Tim Cooper è un fotografo amatoriale che ha specializzato il suo linguaggio artistico nella città di Fano con la frequentazione di Centrale Festival che dal 2009 si svolge alla Rocca Malatestiana di Fano, divenuto tra gli eventi di settore più rilevanti in Italia, e i progetti didattici curati a Fano dal fotografo Paolo Talevi.

L’installazione artistica, frutto di un volume realizzato da Tim Cooper con la supervisione dello studio milanese Chippendale diretto da Luca Panaro (critico e docente di fotografia all’Accademia di Brera a Milano e all’Accademia di Belle Arti a Bologna), sancisce l’avvio della collaborazione tra EMERA e l’associazione culturale fanese Centrale Fotografia, che da quindici anni si occupa di diffondere la cultura della ricerca nella fotografia e nell’arte.
Tema della mostra le nuvole del cielo, o meglio le idrometeore costituite da minute particelle d’acqua condensata, da cristalli di ghiaccio, oppure da entrambi, in stato di galleggiamento o sospese nell’atmosfera grazie a correnti ascensionali; tante sono le possibilità di conformazioni nuvolose fotografate e proposte per la loro forma grafica.


La mostra verrà inaugurata venerdì 2 settembre 2022 alle ore 19.00 alla presenza dell’artista Tim Cooper e di Marcello Sparaventi, presidente di Centrale Fotografia, e sarà visitabile fino al 2 ottobre 2022, dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 20.00.

OSSERVATORIO DI FOTOGRAFIA TRA MARCHE ED EMILIA ROMAGNA – Collettiva allo spazio bianco di Pesaro

Lo spazio bianco di Pesaro della Fondazione Pescheria, presenta l’Osservatorio di Fotografia tra Marche ed Emilia Romagna,
una collettiva di fotografi curata da Marcello Sparaventi che inaugurerà sabato 9 luglio 2022 alle ore 18.30.
Dodici gli autori esposti, di diverse generazioni, provenienti da Marche, Emilia Romagna e oltre:
Cinzia Aze, Silvano Bacciardi, Silvio Canini, Stefano Mariani, Giuseppe Morandi, Maurizio Recano, Alessandro Rivelli, Edoardo Serretti, Paolo Talevi, Ennio Vicario, Marco Vincenzi, Giovanni Zaffagnini.
La presentazione della mostra sarà di Paolo Barbaro docente di Storia e Teoria della Fotografia Narrativa all’Università di Parma.
La mostra è organizzata dall’associazione culturale Centrale Fotografia di Fano con il Patrocinio del Comune di Pesaro e del Comune di Cattolica.