Tutti gli articoli di Marcello Sparaventi

Concorso Fotografico Nazionale IL COLORE COME SENTIMENTO: IL NERO, L’AZZURRO E IL NERAZZURRO

Foto di Fabio Piergiovanni

Concorso Fotografico Nazionale
IL COLORE COME SENTIMENTO: IL NERO, L’AZZURRO E IL NERAZZURRO
Fano 15 ottobre 2017 – 19 febbraio 2018
Inter Club ‘Giacinto Facchetti’ Fano & Associazione Culturale “Centrale Fotografia”

BANDO DEL CONCORSO
Art. 1- Finalità
Il concorso fotografico nazionale “Il colore come sentimento: il nero, l’azzurro e il nerazzurro” vuole stimolare una riflessione sul ruolo che i colori hanno nella vita sociale di tutti i giorni, come espressione e contenitori di sentimenti, e come le cose comunicano in modo diverso, in base al colore che manifestano; in particolare i fotografi dovranno indagare tre colori molto particolari, che sono il nero, l’azzurro e il nerazzurro, che sono simbolicamente i colori di una casacca di calcio, ovvero quella dell’Inter, ma sarà interessante capire come questi tre colori si manifestano oltre che nel mondo del calcio, in tutti gli altri contesti dell’uomo, sia naturali che artificiali. I fotografi potranno rappresentare fotograficamente e simbolicamente qualsiasi modo d’interpretare il colore nero, azzurro e nerazzurro; anche i colori sono stati scelti dalla maglia di una squadra di calcio, sarà interessante vedere anche altri contesti dove questi colori si possono manifestare per forma, estetica e significato.. S’invitano i fotografi a interpretare i colori nero, azzurro e nerazzurro in modo personale e originale, sviluppando una riflessione sul significato dei colori e sul rapporto che l’uomo ha con questi colori. Nero: nel mondo occidentale, solitamente è usato con una connotazione negativa: un “giorno nero”, quando si riferisce a un giorno triste o tragico; nelle tribù Masai del Kenya e in Tanzania, il nero è associato alle nuvole che portano la pioggia, diventando un simbolo di vita e prosperità; nella moda, il nero è considerato elegante; nel ciclismo la maglia nera era il simbolo dell’ultimo classificato al Giro d’Italia. Possiamo generalizzare dicendo che il nero spesso simboleggia ambiguità, segretezza, e ciò che non si conosce. Azzurro: indica una gamma di tonalità tra blu, celeste e turchese, oltre a varietà più chiare; il nome deriva da un termine persiano che si riferisce al colore del lapislazzulo; in cromoterapia l’azzurro ha un effetto estremamente rilassante e favorisce sia la meditazione che l’estroversione, inoltre, stimola il sonno e favorisce i rapporti di diplomazia; a partire dagli anni cinquanta indica il sesso maschile, in contrapposizione al rosa che simboleggia invece quello femminile.

Art. 2 – Partecipazione e iscrizione al Concorso Fotografico Il concorso è aperto a tutti, a prescindere dell’esperienza fotografica. La partecipazione al concorso è gratuita. Ogni partecipante può inviare un massimo di 3 (tre) fotografie, che possono essere sia legate a un unico tema o soggetto, sia avere temi diversi. Saranno premiate le tre migliori immagini fotografiche, che verranno selezionate da una giuria d’esperti. La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente regolamento. La partecipazione è subordinata all’iscrizione e dovrà essere compilata in tutte le sue parti, la “scheda dati personali” è scaricabile dal sito web: www.centralefotografia.com Le fotografie pervenute che non saranno accompagnate dalla “scheda dati personali” o che presentano una “scheda dati personali” incompleta saranno automaticamente escluse dal concorso. Tutte le fotografie partecipanti al concorso dovranno essere inviate per email e dovranno riportare nel nome del file: – nome e cognome del fotografo – Indicazione del luogo, dove è stata scattata la foto e data.
Il presente Bando e la scheda di partecipazione sono scaricabili in formato pdf presso il sito: www.centralefotografia.com e www.interclubfano.com.

Art. 3 – Tipologia delle fotografie Le fotografie dovranno essere in formato JPG, alla massima risoluzione possibile. Le fotografie potranno essere sia a colori che in bianco e nero, ottenute sia con attrezzature digitali sia con attrezzature analogiche, indicando la tecnica utilizzata nella “scheda dati personali” ed anche eventuali fotoritocchi ed elaborazioni.

Art. 4 – Invio del materiale fotografico Le fotografie e la scheda di partecipazione dovranno essere inviate tramite posta elettronica all’indirizzo: azzurronero2017@gmail.com entro e non oltre lunedì 19 febbraio 2018 (pena l’esclusione dal concorso) indicando come oggetto della mail: “I colori come cose e sentimenti: nero, azzurro e nero azzurro”. L’organizzazione, garantisce la massima cura, ma declina ogni responsabilità per la perdita e/o danneggiamento delle immagini per cause indipendenti dalla propria volontà.
Art. 5 – Uso del materiale fotografico inviato Le fotografie vincitrici del concorso e una selezione di altre fotografie saranno le protagoniste di un evento che si svolgerà sabato 3 marzo 2018

Art. 6 – Diritti e Responsabilità dei partecipanti Ogni partecipante è responsabile delle proprie opere, sollevando gli organizzatori da ogni responsabilità, anche nei confronti di eventuali soggetti raffigurati nelle fotografie. Il concorrente dovrà informare gli eventuali interessati (persone ritratte) nei casi e nei modi previsti dall’art. 10 della legge 675/96 e successive modificazioni con D. Lg. 30 giugno 2003 n.196, nonché procurarsi il consenso alla diffusione degli stessi. In nessun caso le immagini inviate potranno contenere dati qualificabili come sensibili. La Giuria si riserva la facoltà di non accettare immagini la cui realizzazione si presume abbia arrecato danno e offesa al soggetto della stessa o comunque non in linea con lo spirito del concorso. Ogni partecipante dichiara di possedere tutti i diritti sugli originali, sulle acquisizioni digitali e sulle elaborazioni delle fotografie inviate. Ogni partecipante conserva la proprietà delle opere trasmesse alla Giuria, ma cede il diritto d’uso non esclusivo delle immagini e delle loro eventuali elaborazioni agli organizzatori, autorizzandola alla pubblicazione delle proprie fotografie su qualsiasi mezzo o supporto (cartaceo e/o digitale) e a utilizzare le immagini a scopi promozionali senza fini di lucro, senza l’obbligo del consenso da parte dell’autore ma con il solo vincolo di indicare nella pubblicazione il nome dello stesso.
Art. 7 – Giuria Le fotografie ammesse al concorso saranno valutate a una Giuria composta da personalità di rilievo, tra cui artisti, letterati, docenti e fotografi. I nomi degli autori vincitori saranno comunicati direttamente durante la premiazione. Il giudizio della Giuria è insindacabile e inappellabile. La Giuria si riserva inoltre il diritto di assegnare menzioni speciali e ulteriori premi.

Art. 8 – Premiazione del concorso nazionale “Il colore come sentimento: il nero, l’azzurro e il nerazzurro” Saranno attributi i seguenti premi messi in palio da tre attività economiche di Fano:
1° Classificato: bicicletta offerta da Anonimo Cicli
2° Classificato: macchina fotografica Fujifilm Instax mini 70 offerta da Foto Capri
3° Classificato: orologio  Oozoo offerto dalla gioielleria Claudio Pacifici
Ai vincitori sarà inviata comunicazione unicamente attraverso l’indirizzo di posta elettronica indicato nella scheda d’iscrizione al concorso, oppure telefonicamente.
La premiazione si svolgerà sabato 3 marzo 2018 alle 18 nel Foyer del Teatro della Fortuna di Fano, in piazza XX Settembre.
Per informazioni: www.centralefotografia.com
Art. 9 – Informativa D.Lgs 196/2003 sul Trattamento dei dati personali S’informa che in conformità a quanto deliberato dall’art. 10 della legge 675/96 “Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali” e successiva modifica con D. Lg. 30 giugno 2003 n.196, i dati personali forniti dai Concorrenti con la compilazione della scheda di iscrizione, raccolti e trattati con strumenti informatici, saranno utilizzati per individuare i vincitori e per identificare gli autori delle fotografie nelle varie occasioni in cui queste saranno esposte o pubblicate e per le comunicazioni relative al concorso stesso. Il Concorrente ha il diritto di accedere ai dati che lo riguardano e di esercitare i diritti di integrazione, rettifica, cancellazione, ecc. garantiti dall’art. 13 della sopra citata legge, al titolare del trattamento. Il conferimento dei dati e il consenso al relativo trattamento sono condizioni necessarie per la partecipazione al concorso.

Art. 10 – Aggiornamenti del presente bando L’organizzazione si riserva di integrare e modificare, dandone comunicazione nel proprio sito web e via email, il presente regolamento al fine di garantire un corretto andamento del concorso.

Scarica la scheda partecipazione

Bando concorso fotografico Il colore come sentimento: il nero, l’azzurro e il neroazzurro 2017

La mostra “Scala 1:1″ di Silvano Bacciardi / Osservatorio tra Marche ed Emilia Romagna

MAN 1_1 BACCIARDI 100

Cattolica – Si rinnova l’appuntamento culturale con la fotografia d’autore, presso “L’Osservatorio sulla Fotografia tra Marche ed Emilia Romagna” della Galleria Comunale Santa Croce di Cattolica, che si trova in via Pascoli 21. Dopo le mostre di fotografia dedicate ad Eriberto Guidi e Cinzia Aze, ecco un altro evento promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cattolica e dall’associazione culturale “Centrale Fotografia” di Fano, dove il protagonista sarà il fotografo Silvano Bacciardi, autore di notevole esperienza ed espressività. Sabato 16 settembre 2017 alle ore 18.00, verrà inaugurata la mostra “Scala 1:1″ con le immagini di Silvano Bacciardi, a cura di Marcello Sparaventi presidente di Centrale Fotografia e con il testo del critico d’arte Luca Panaro: dove si potranno osservare tre progetti a cui Bacciardi si è dedicato negli ultimi anni, i quali denotano gli aspetti formali e contenutistici che distinguono l’autore, nel panorama della fotografia contemporanea.
Luca Panaro dice a riguardo del progetto “1.1” che da il titolo alla mostra: “Le dimensioni delle immagini riprodotte corrispondono esattamente agli oggetti fotografati, sono dunque in scala 1:1. Proprio per questo differiscono dalla fotografia convenzionale che, come sappiamo, si vanta di “documentare” la realtà, ma in piccole dimensioni. Nessun tentativo di contestualizzare quella lastra di metallo traforato che divide il penitente dal sacerdote. Una fotografia senza sfondamento prospettico, per dirla con termini in uso all’arte pittorica del passato”. Mentre Bacciardi stesso dice a riguardo del suo approccio fotografico: “Ho un rapporto vitale con il paesaggio al punto di esserne prigioniero e vittima. Cerco da sempre di riprogettarne la visione, isolando segni e forme, nel tentativo di riorganizzare i suoi elementi, coltivando l’illusione di pervenire ad una nuova figurazione estetica”.
Silvano Bacciardi nasce nel 1961 a Fermignano (PU), nel 1986 consegue il diploma di laurea presso ISIA di Urbino. Dal 1986  al 1989  lavora come art director presso Armando Testa. Dal 1989 è fotografo di scena del Rossini Opera Festival. Nel 1990 fonda con Fulvia Amati lo studio Amati Bacciardi, dove lavora tuttora come fotografo e art director nel settore del design. Dal 2002 al 2009 è stato docente di fotografia all’ISIA di Urbino. Vive e lavora a Pesaro.
La mostra continuerà con l’ingresso libero fino al 15 ottobre 2017, dal venerdì alla domenica dalle 16.00 alle 19.00.

Corso di Fotografia nella Repubblica di San Marino

Corso di fotografia nella Repubblica di San marino, dal 5 ottobre al 9 novembre

CORSO DI FOTOGRAFIA NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO / TRA LUCE E TERRA: L’UOMO, LA VITE, IL VINO

DAL 5 OTTOBRE AL 9 NOVEMBRE 2017

A cura di Paolo Giommi Marcello Sparaventi

Consorzio Vini San Marino
Con il Patrocinio della Repubblica di San Marino
Associazione culturale Centrale Fotografia
Scuola di Paesaggio – Roberto Signorini

Corso sulla fotografia per ogni livello di preparazione e attrezzatura fotografica, anche per chi non ha mai fotografato. 11 appuntamenti dedicati alla tecnica fotografica, al linguaggio visivo e alla cultura dei luoghi: 6 incontri teorici e 5 uscite fotografiche a piccoli gruppi, seguiti dai tutor di “Centrale Fotografia”

Relatori e ospiti speciali

Giuseppe Morandi, Marcello Sparaventi, Marco Vincenzi

Tutor e collaboratori

Paolo Bezziccheri, Francesco Bocchino, Paolo Braconi, Vito Buccellato, Fabiana Bugli, Raffaele Cavalli, Stefania Cimarelli, Clorinda De Biase, Valerio Del Bene, Mario Della Fornace, Cristina Fori, Giacomo Franchini, Patrizia Giubilaro, Claudio Giuliani, Eugenio Leardini, Fabio Piergiovanni, Paolo Rossi, Luciano Serafini, Antonella Speziale, Cristian Vescovi

Incontri

Giovedì 5 / 12 / 19 / 26 OTTOBRE 2017 ore 21.00
Giovedì 2 / 9 NOVEMBRE 2017 ore 21.00
Consorzio Vini di San Marino
Strada Serrabolino n. 89
Valdragone, Borgo Maggiore
Repubblica di San Marino

Uscite fotografiche nella Repubblica di San Marino

H. 14.30: SAB. 7 OTTOBRE 2017 / SAB. 4 NOVEMBRE 2017
H. 9.30: DOM. 15 / 22 / 29 OTTOBRE 2017

Evento finale: sabato 25 novembre 2017 ore 17.00

Iscrizione associativa per l’intero corso: 80 euro
Studenti fino a 25 anni: 40 euro

Le fotografie del corso saranno selezionate ed esposte nella  in occasione di un evento finale aperto a tutti

Per informazioni ed iscrizioni:
info@centralefotografia.com – cell. 347 2974406

Foto di Bianca Bertuccioli: Corso di Fotografia a Rio Salso, 2015, Archivio Centrale Fotografia

Continua a leggere

18622114_448970612103029_1984672829842563073_n

CENTRALE FOTOGRAFIA nona edizione “Da vicino”

CENTRALE FOTOGRAFIA

nona edizione
“Da vicino”

8-9-10-11 giugno 2017
Chiesa di San Pietro in Valle, Ex Chiesa di San Francesco, Fano (PU)

a cura di Luca Panaro e Marcello Sparaventi

Dal 8 al 11 giugno 2017 a Fano l’immagine fotografica torna ad essere protagonista con la nona edizione di Centrale Fotografia, rassegna annuale di eventi a tema sulla fotografia e l’arte contemporanea, a cura di Luca Panaro e Marcello Sparaventi.
La rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale Centrale Fotografia, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano, con la compartecipazione del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche e con il contributo di Caffè Centrale, Hotel de La Ville, Ristorante la Liscia – Da Ori, Ominia Comunicazione.

Il titolo scelto quest’anno, “Da vicino”, suggerisce un’attenzione particolare verso immagini di superfici realizzate a distanza ravvicinata, disinteressate alla tradizionale funzione informativa, indirizzate piuttosto a indagare un nuova estetica fotografica. Si ritiene interessante far conoscere al pubblico di Centrale Fotografia, che ci segue con passione da anni, questo particolare modo di operare che pone l’accento su una rinnovata iconografia. Questo sarà possibile mediante incontri con gli autori, mostre, conferenze, presentazioni di libri, momenti di riflessione sulla fotografia e l’arte contemporanea.

Gli ospiti d’onore di quest’anno sono due affermati artisti contemporanei: Marina Ballo Charmet e Daniela Comani. Tra le novità di questa edizione il “Focus Danimarca”, che ha come protagonisti gli artisti Nicolai Howalt e Trine Søndergaard, guest curator Irene Campolmi, che sancisce la partnership tra Centrale Fotografia e il Copenhagen Photo Festival. All’interno della Chiesa di San Pietro in Valle anche l’esposizione “Chippendale Studio” composta dalle opere di Marilisa Cosello, Simone Massafra e Yvonne Vionnet. Tra gli altri appuntamenti un ricco calendario di presentazioni di libri freschi di stampa e lo spazio editoria a cura di Skinnerboox.

#centralefotografia2017

Tutte le iniziative di Centrale Fotografia sono a ingresso gratuito

Ecco il programma 2017:

Nona edizione rassegna Centrale Fotografia Fano 2017A4 piegh rassegna2017-2

FERRUCCIO FERRONI FOTOGRAFO Studi recenti da Londra, Lucera e Roma

A dieci anni dalla sua triste scomparsa

“FERRUCCIO FERRONI FOTOGRAFO
Studi recenti da Londra, Lucera e Roma”

Sabato 27 maggio 2017 ore 18.00
Casa Ferroni, via Piemonte n. 7 – Senigallia, (An).

Presentazione lavori, con gli interventi di: Martina Caruso (studiosa di fotografia), Claudio Cesarini (storico dell’arte), Giuseppe Trincucci (storico), Alessia Venditti (studiosa e critica di fotografia) e Manfredo Manfroi (Presidente del Circolo Fotografico La Gondola di Venezia).
Si potrà visitare una mostra con le fotografie originali di FERRUCCIO FERRONI.

Ingresso libero.
Ideazione e organizzazione: Associazione culturale Centrale Fotografia; con il Patrocinio del Comune di Senigallia.
A cura di: Marcello Sparaventi, con la collaborazione di Lidia Barucca Ferroni e di Annalisa Ferroni Bismut

Verranno presentati:
– Italian Humanist Photography from Fascism to the Cold War. Di Martina Caruso, libro edito da Bloomsbury Academic a Londra nel 2016. La fotografia di copertina del libro inglese è di FERRUCCIO FERRONI: “Ballerini” del 1954.

– Cavalli, Giacomelli, Ferroni, Gambelli a Lucera. I fotografi marchigiani in Puglia A cura di Giuseppe Trincucci e Marcello Sparaventi, libro edito da Quaderni di Palazzo D’Auria Secondo, Lucera 2016.

– Ferruccio Ferroni, fotografie. Tesi di Alessia Venditti, Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di Laurea in Storia dell’Arte presso la Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, Anno Accademico 2015-2016.

Nelle immagini, nei luoghi e nei racconti dei grandi fotografi delle Marche Istallazione Fotografica a cura di Centrale Fotografia. Cinque anni dopo: Corso di fotografia Fano Pesaro Senigallia Corinaldo Ancona Fermo / Nelle immagini, nei luoghi e nei racconti dei grandi fotografi delle Marche; si svolse dal 3 ottobre al 9 dicembre 2012.
La fotografia a FERRUCCIO FERRONI è stata realizzata a Fano nel giugno del 2007, da Paolo Talevi.

Ferruccio Ferroni - Fano, giugno 2007 - Foto di Paolo Talevi
Ferruccio Ferroni – Fano, giugno 2007 – Foto di Paolo Talevi
- Italian Humanist Photography from Fascism to the Cold War. Di Martina Caruso, libro edito da Bloomsbury Academic a Londra nel 2016. La fotografia di copertina del libro inglese è di FERRUCCIO FERRONI: "Ballerini" del 1954.
– Italian Humanist Photography from Fascism to the Cold War. Di Martina Caruso, libro edito da Bloomsbury Academic a Londra nel 2016. La fotografia di copertina del libro inglese è di FERRUCCIO FERRONI: “Ballerini” del 1954.
- Ferruccio Ferroni, fotografie. Tesi di Alessia Venditti, Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di Laurea in Storia dell’Arte presso la Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, Anno Accademico 2015-2016.
– Ferruccio Ferroni, fotografie. Tesi di Alessia Venditti, Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di Laurea in Storia dell’Arte presso la Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, Anno Accademico 2015-2016.
- Cavalli, Giacomelli, Ferroni, Gambelli a Lucera. I fotografi marchigiani in Puglia A cura di Giuseppe Trincucci e Marcello Sparaventi, libro edito da Quaderni di Palazzo D’Auria Secondo, Lucera 2016.
– Cavalli, Giacomelli, Ferroni, Gambelli a Lucera. I fotografi marchigiani in Puglia A cura di Giuseppe Trincucci e Marcello Sparaventi, libro edito da Quaderni di Palazzo D’Auria Secondo, Lucera 2016.